Agenzia regionale per lo sviluppo del Molise

 
 


Rapporto sull’indice di competitività regionale in UE

Rapporto sull’indice di competitività regionale in UE: una guida per migliorare le performance territoriali

Mentre la competitività delle regioni dell’UE con i risultati peggiori è aumentata nel corso degli anni, uno sguardo più attento mostra che permangono ampie differenze regionali, che ostacolano la crescita e lo sviluppo economico complessivo dell’Europa.

I vantaggi del miglioramento della competitività regionale sono evidenti. In media, le regioni dell'UE più competitive ottengono vantaggi significativi nello sviluppo economico e altro ancora, come l'offerta di migliori opportunità per i giovani lavoratori, come mostrato dall'ultimo Rapporto sull'indice di competitività regionale (RCI) dell'UE. Nelle regioni più competitive, in media, il PIL pro capite è più alto, le donne hanno tassi di rendimento migliori e tassi di disoccupazione più bassi. I neolaureati trovano queste regioni più attraenti, in quanto è più facile per loro trovare un lavoro.

"Questo indice è uno strumento prezioso per una migliore definizione delle politiche", ha affermato il commissario per la Coesione e le riforme Elisa Ferreira. “L'indice di competitività regionale guarda oltre la competitività delle imprese e si concentra sulle condizioni di vita attraenti e sostenibili per i cittadini nelle regioni europee. Poiché ogni regione è unica, forniamo un supporto su misura per potenziarle e aiutarle a capitalizzare i loro punti di forza e le loro risorse".

Circa un terzo del bilancio dell'UE è investito nelle regioni europee nell'ambito dei finanziamenti della politica di coesione, sotto la supervisione della direzione generale della Politica regionale e urbana (DG REGIO). La maggior parte degli investimenti è destinata allo sviluppo delle regioni meno performanti e mira a ridurre le disparità regionali, anche in termini di competitività. La relazione RCI della DG REGIO mostra che le regioni meno sviluppate hanno migliorato la loro competitività tra il 2016 e il 2022. Sono stati apportati miglioramenti in alcune componenti chiave della competitività, come una forza lavoro più qualificata e migliori infrastrutture. In media sono stati compiuti progressi anche nei settori più legati all'innovazione.

Competitività nell'UE

Tuttavia, gli ampi divari nello sviluppo tra le regioni evidenziano la necessità di azioni politiche mirate e di finanziamenti per i paesi meno performanti. Tra i risultati più bassi vi sono le regioni dei paesi dell'UE orientale, seguite da quelle del sud. Nei paesi orientali e meridionali dell'UE, solo alcune delle regioni che ospitano la capitale o una grande città ottengono punteggi superiori alla media dell'UE.

Nel frattempo, tutte le regioni dell'Austria, del Benelux, della Germania e dei tre paesi nordici dell'UE ottengono punteggi superiori alla media. Le regioni di Francia e Irlanda mostrano un'esperienza più mista, con valutazioni di competitività regionale al di sotto e al di sopra della media dell'UE.

Tra le prime 10 regioni più competitive, i Paesi Bassi guidano il gruppo. Utrecht e Zuid-Holland si classificano come le due regioni più competitive dell'UE, seguite dalla regione della capitale francese dell'Île-de-France. Anche le regioni olandesi del Brabante Settentrionale, l'area di Amsterdam e il Gelderland si collocano tra le prime 10 regioni dell'UE in termini di competitività. Stoccolma in Svezia, Hovedstaden in Danimarca e Bruxelles e Oost-Vlaanderen in Belgio fanno il resto.

Quelle classificate in fondo alla media dell'UE per la competitività includono sei regioni in Romania, due in Grecia e due in Bulgaria.

I divari di competitività sono evidenti non solo nell'UE, ma anche all'interno di un paese. Le regioni delle capitali tendono ad essere le più competitive in un paese. Le eccezioni sono Germania, Italia e Paesi Bassi. Divari di competitività particolarmente ampi tra la capitale e le altre regioni si registrano in Francia, Spagna e in molti Stati membri dell'UE orientale.

La riduzione di queste differenze regionali è importante per la competitività di un paese. I paesi più competitivi tendono ad avere un divario minore tra la loro regione della capitale e le altre regioni. Hanno anche differenze minori tra tutte le loro regioni.

Fonte: REGIO-PANORAMA@ec.europa.eu

https://ec.europa.eu/regional_policy/whats-new/panorama/2023/04/04-04-2023-eu-index-provides-a-guide-to-improving-regional-competitiveness_en

Campobasso, 18 aprile 2023

Indietro Elenco
S.p.A. a Socio unico, Direzione e Coordinamento: Regione Molise - P.IVA 00852240704 - Iscrizione REA Campobasso 83619 - Capitale Sociale ¤ 3.562.024,62